Aprono i primi negozi di Cannabis Light anche in Costa Azzurra, Francia

aprono-negozi-cannabis-light-costa-azzurra-francia

Il primo negozio francese specializzato in cannabis legale ha aperto i battenti a novembre 2017 a Besançon in Borgogna, la famosa regione dell’est della Francia nota per i suoi vini prelibati in tutto il mondo. Ora che in tutto lo stato stanno aprendo sempre più negozi dedicati alla vendita di cannabis anche la Costa Azzurra si sta adattando, con la recente apertura di diversi punti vendita pensati per gli amanti della canapa e dei suoi derivati.

I francesi sono grandi sostenitori della Cannabis

Si è capito quanto, come in Italia o forse anche di più, i Francesi siano già da tempo grandi amanti e consumatori di questo prodotto. Si stima infatti che a livello europeo i consumatori di cannabis legale e non francesi siano quelli più consolidati e accaniti. Infatti un recente sondaggio effettuato tra la popolazione francese ammette che, anche prima della nascita del business della cannabis light, in Francia ben 1,4 milioni di cittadini consumassero abitualmente questo prodotto in varie formule.

Potrebbe interessarti anche:
Cannabis Light e CBD sono arrivati in Francia!

Il business della Cannabis Legale arriva in Costa Azzurra

La Costa Azzurra non vuole certo limitare l’offerta di divertimento e benessere dei propri abitanti e turisti, per questo anche qui partendo da Antibes, Nizza e Mandelieu sono nati i primi negozi di Cannabis Light della zona. Con la recente depenalizzazione della cannabis in Francia (secondo la quale chi viene trovato in possesso di cannabis illegale entro certi limiti deve solo pagare una multa limitata) che desta ancora grande discussione e l’opinione totalmente sfavorevole del Ministro della Salute francese Agnès Buzyn (che si professa dubbiosa in merito alla legalità dei negozi dedicati alla cannabis), il neonato business francese non sembra affatto arrendersi alle difficoltà sorte sul suo cammino e si dimostra forte, creativo e speranzoso. I negozi aperti sono ambienti piacevoli, ricchi di tipologie varie di prodotti che coprono vari settori, da quello alimentare fino alle più discusse infiorescenze.

Cannabis Light, un mercato legale, ma non per la combustione

Alcuni i negozi di Cannabis Light in Costa Azzurra sorgono addirittura a pochi passi dalle stazioni di polizia, come a dimostrare che qui nessuno si sta nascondendo e che tutto viene fatto secondo la legge e alla luce del sole. Ogni prodotto in vendita è certificato per presenza di THC inferiore al limite previsto dalle norme europee (ovvero minore dello 0,2%) sancendo così la differenza sostanziale tra sostanze lecite e illecite.

I negozi di Cannabis legale offrono principalmente prodotti a base di cannabidiolo, una sostanza non psicoattiva, consentita dalla legge e altamente benefica per l’organismo proprio per i suoi noti e dimostrati effetti rilassanti (al contrario del THC, altro derivato della cannabis dall’effetto psicoattivo, noto per essere il responsabile dello “sballo” indotto dalla cannabis illegale).

Anche in Francia come in Italia non essendo state pubblicamente e legalmente riconosciute le doti mediche del cannabidiolo, i rivenditori di prodotti contenenti CBD non possono presentare i propri prodotti quali infiorescenze o olio concentrato come presidi aventi virtù mediche o terapeutiche, pena l’esposizione a sanzioni anche penali. In Francia la legge accetta il consumo di cannabis certificata light in infusione, infatti sulle confezioni troverete la dicitura “ne pas fumer” che, proprio come in Italia, si adatta ad una legge discutibile che vieta quello che storicamente è il maggiore utilizzo delle infiorescenze di canapa, il fumo.

Prodotti biologici, ma non autoctoni

Questo non sembra però scoraggiare né i promotori di questo fiorente commercio né i consumatori che apprezzano i prodotti proposti affollando i negozi di Cannabis. La tendenza quasi totale dei negozi anche in Francia come in Italia è quella di proporre prodotti biologici, in molti casi anche di alta qualità. La cannabis venduta in Francia da shop dedicati proviene al 100% dall’estero perché nello stato è vietato coltivarla se non a destinazione tessile. Per questo i prodotti nei negozi francesi sono per lo più made in Spagna o Svizzera, dove affermati coltivatori di Cannabis dopo anni di sperimentazioni hanno messo in piedi una floridissima produzione spesso di alti livelli che rispetta in toto le leggi europee riguardanti il contenuto di THC.

Vacanze ancora più rilassanti in Costa Azzurra con la Cannabis Legale

Quindi se vi state dirigendo per le vacanze in Costa Azzurra sappiate che anche li potrete davvero godervi una vacanza in puro relax, anche grazie ai coraggiosi proprietari dei nuovi negozi di Cannabis Light francesi, che sfidando pregiudizi e leggi nebulose, hanno dato vita a un business davvero promettente e stimolante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *