Debellare i parassiti della Cannabis Light: mosche, afidi e cocciniglie

Debellare Parassiti Cannabis Light Mosche Afidi Cocciniglie

In questa secondo articolo su come debellare i parassiti della Cannabis Light (il primo, dedicato ad acari, bruchi e lumache lo trovate qui) affronteremo nuovamente il problema delle infestazioni nelle coltivazioni di Canapa. Abbiamo già parlato nell’articolo precedente di come individuare e debellare alcune tra le creature più pericolose per la pianta di cannabis: gli acari rossi, i bruchi, gli agrotidi, le lumache e le chiocciole. Ora analizzeremo invece le peculiarità di altri insetti: la mosca minatrice, la mosca bianca, gli afidi e la cocciniglia; come riconoscere la presenza di questi infestanti e come allontanarli in modo biologico.

Tutti questi parassiti potenzialmente letali per le piante hanno punti deboli e nemici naturali che possono essere utilissimi alleati nella lotta continua del coltivatore che vuole proteggere il proprio raccolto, sempre ovviamente nel modo più naturale e sicuro possibile.

In questo articolo articolo approfondiremo come individuare e combattere i seguenti parassiti:

  • Mosca minatrice
  • Mosca bianca
  • Afidi o pidocchi
  • Cocciniglia

Mosca minatrice

Questo insetto ha un nome piuttosto evocativo, infatti le sue larve sono famose per scavare veri e propri tunnel dentro alle piante di Cannabis Light. In caso di infestazione vedrete segni lineari scuri o bianchi sulle foglie e veri e propri buchi di ingresso negli steli e nelle foglie.

Come debellare la mosca minatrice

Se i segni di invasione sono limitati a un paio di foglie possiamo possiamo togliere a mani nude la larva che si è insediata alla fine del tunnel. Per evitare poi ulteriori attacchi si possono usare reti anti insetto e spruzzare le piante con olio di neem e estratto d’aglio. Per le infestazioni più serie esistono insetticidi considerati sicuri che sono molto efficaci sulla mosca minatrice come Spinosad (un insetticida naturale ad ampio spettro d’azione). Come per altri insetti volanti potrete optare per il posizionamento sopra la coltura di adesivi cattura mosche.

Mosca bianca

Queste piccole mosche fastidiose si sviluppano sotto le radici e, impoverendo il terreno, creano gravissimi problemi alle piante in crescita. Le noterete in sciami abbondanti di colore chiaro vicino alle piante, sappiate che essendo resistenti alla maggior parte dei trattamenti questi insetti volanti sono una vera e propria piaga.

Come debellare la mosca bianca

La mosca bianca ha un nemico naturale che le stermina con un processo quasi macabro: le Ichneumonidae depongono le proprie uova sul corpo delle mosche, le paralizzano e fanno si che la mosca ospite diventi letteralmente cibo per larve. Sempre valida la soluzione di posizionare esche adesive per insetti volanti nel caso in cui non si decida di usare insetti predatori.

Potrebbe interessarti anche:
Parassiti: come prevenire le infestazioni nelle coltivazioni di Cannabis Light

Afidi o pidocchi

I temutissimi pidocchi delle piante possono vanificare completamente un raccolto di cannabis se non tenuti a bada. Questi piccoli insetti solitamente verdi e lunghi massimo 1 cm (ma solitamente di dimensioni molto più ridotte) sono veri e propri vampiri che si nutrono della linfa vitale delle piante risucchiando sostanze nutritive dalle foglie e favorendo lo sviluppo di veri e propri virus delle piante. Una colonizzazione da afidi è rilevabile controllando la parte inferiore delle foglie dove di solito si raggruppano molti esemplari, inoltre le piante soggette a questa tipologia di parassitosi hanno spesso danni evidenti e uno stato di salute compromesso (foglie maculate, poco brillanti e deboli).

Come debellare gli afidi

L’introduzione preventiva di insetti predatori come le coccinelle, le vespe Trichogramma Brassicae e i crisopidi è un primo passo per tenere lontani gli afidi. Per debellare in modo capillare un’infezione dovrete però optare per saponi e miscele alcoliche, irrigazioni con Spinosad e irrorazione delle foglie con olio di Neem per impedire il ritorno dei pidocchi. Piantare rosmarino vicino alle vostre piante potrebbe aiutare a tenere lontani gli afidi.

Cocciniglia

Le cocciniglie sono piccolissimi parassiti che appaiono come piccoli puntini bianchi e pelosi che si muovono freneticamente. Se infestano le vostre piante alla radice sappiate che avrete un bel problema, perché oltre ad indebolire le piante producono anche escrementi che favoriscono la proliferazione di funghi nocivi.

Come debellare la cocciniglia

Per prima cosa prestate attenzione alle possibili influenze delle piante vicine infatti rose, piante grasse e ulivi sono molto amati dalle cocciniglie e attirano le infestazioni. Dopo aver rimosso eventuali parti di piante di cannabis danneggiate in modo massivo trattate le rimanenti con una miscela d’acqua e alcol denaturato, l’ideale è pulire la superficie delle piante con panni puliti imbevuti di questa miscela miscela oppure potreste optare per il cotone idrofilo. In fase vegetativa potreste usare un composto chiamato terra di diatomea, un prodotto biologico a base di microalghe fossili. In seguito al lavaggio consigliamo di utilizzare l’olio di neem per dissuadere gli insetti da un secondo tentativo di colonizzazione. Le coccinelle sono il predatore naturale più adatto per contrastare la cocciniglia quindi se temete questo e altri parassiti vi consigliamo di inserirle nel vostro ambiente agricolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *