Mangiare semi di canapa: le proprietà di un integratore alimentare naturale

Mangiare Semi Canapa Proprieta Integratore Alimentare Naturale

I semi di canapa rappresentano un alimento sano e naturale selezionato a partire da speciali sementi di Canapa Sativa alimentare. Oggigiorno sono diventati davvero famosi per essere un vero e proprio super-alimento grazie all’eccellente valore nutrizionale che li contraddistingue. Scegliere di inserirli nella propria dieta è sempre un’ottima idea: vediamo perché i semi di canapa fanno bene all’organismo tanto da essere correlati agli integratori alimentari e come è possibile consumarli per preservare al meglio le loro proprietà.

I semi della preziosa e versatile pianta di canapa sono ricchissimi di aminoacidi, vitamine e di minerali e sono perfetti per integrare carenze alimentari o per assicurarsi un’alimentazione ricca ed equilibrata. Come abbiamo spiegato anche in un articolo sulla canapa alimentare e i suoi benefici, anche il Ministero della Sanità e l’Istituto Superiore della Sanità hanno lodato questo alimento definendolo non solo legale ma anche eccellente dal punto di vista nutritivo. Quindi nessuna preoccupazione: nonostante vengano dalla stessa varietà di pianta dalla quale si ottengono le infiorescenze, la canapa alimentare non può avere effetto psicoattivo, proprio perché i semi possono contenere solo limitatissime tracce di THC dovuti a “contaminazione” crociata. Niente di rilevabile nelle analisi né tantomeno qualcosa che possa avere un benché minimo effetto sul corpo umano.

Proteine e aminoacidi nei semi di Canapa

I semi di canapa sono altamente proteici, particolarità alquanto rara nel mondo degli alimenti vegetali. Ma non solo, in essi sono contenuti anche tutti gli aminoacidi essenziali per la sintesi delle proteine stesse. Gli 8 aminoacidi essenziali che essi contengono sono: leucina, isoleucina, fenilalanina, lisina, treonina, metionina, triptofano e valina. Per capire l’importanza degli aminoacidi dovete sapere che senza di essi il nostro corpo non riuscirebbe a sfruttare le proteine introdotte nell’organismo con l’alimentazione e necessarie per vivere. Ecco perché i semi di canapa sono considerati il perfetto alimento vegetariano e vegano completo dal punto di vista proteico. Chi non mangia carne dovrebbe integrare nella sua dieta prodotti a base di semi di canapa.

Gli acidi grassi omega nei semi di Canapa

La composizione lipidica dei semi contiene inoltre un’altissima percentuale di acidi grassi polinsaturi essenziali, come l’acido linolenico, alfalinoleico e linoleico che sono importantissimi tanto da essere proprio definiti come essenziali. Visto che l’organismo non è in grado di sintetizzarli autonomamente devono essere necessariamente introdotti con l’alimentazione. Per usare termini più conosciuti l’acido linoleico è il capostipite degli acidi grassi della serie Omega 6, mentre l’acido alfalinolenico lo è degli Omega 3.

Le vitamine e i sali minerali nei semi di Canapa

Anche il contenuto vitaminico dei semi di canapa non è da meno! In particolare parliamo di vitamina A ed E, note per la loro forte azione antiossidante per i tessuti. Inoltre i semi di canapa sono anche naturalmente ricchi di sali minerali come potassio, calcio e magnesio, fondamentali per il bilanciamento dell’alimentazione quotidiana.

Chi dovrebbe assumere e mangiare semi di canapa?

A meno che non si stia facendo una dieta a basso contenuto proteico, i semi di canapa sono un apporto nutrivo adatto a tutti. Ma nello specifico sono particolarmente benefici per chi soffre di patologie infiammatorie (come l’artrosi, le patologie autoimmuni, molte forme di orticaria), chi ha il colesterolo alto, problemi pressori e malattie legate all’apparato cardiocircolatorio, ai muscoli e al sistema nervoso. Inoltre sono perfetti per gli sportivi che necessitano di alto contenuto proteico, chi segue una dieta vegana e vegetariana, per i bambini in crescita e chi ha difese immunitarie debilitate.

Come consumare i semi di canapa al meglio

Parlando di canapa, i maggiori benefici per la salute del corpo si ottengono solitamente proprio dal consumo alimentare: i semi, sia integrali che decorticati, sono molto gustosi e semplici da cucinare aggiungendoli a zuppe, insalate oppure usando le farine ottenute dalla macinatura. La dose minima giornaliera raccomandata di semi di canapa per ottenere un ottimale apporto nutritivo è di circa 50 grammi di semi decorticati. Il loro sapore è davvero ottimo e ricorda vagamente quello della nocciola: sono un prodotto quindi molto versatile anche nei dolci. Un’altra modalità molto pratica per assicurarsi un concentrato di aminoacidi, acidi grassi essenziali e vitamine è inserire l’olio di canapa nella propria alimentazione. L’olio di semi di canapa viene spremuto a freddo per mantenere intatte le proprietà dei semi e lo stesso che usate a tavola può essere utilizzato anche come olio altamente nutriente per corpo e capelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *