Coltivare Cannabis Legale: perché scegliere i semi femminizzati

Coltivare Cannabis Legale Perche Semi Femminizzati

I semi femminizzati sono semi di cannabis selezionati per produrre solo piante femminili. Il motivo di questo intervento di selezione è dovuto al fatto che per molti coltivatori di canapa la parte più importante e utile del raccolto è costituita dalle infiorescenze (o cime) femminili, mentre le infiorescenze maschili possono essere utilizzate per la produzione di sementi, fibre e biomasse vegetali.

Per evitare di dover piantare un quantitativo di semi doppio rispetto a quello utile per la produzione, il coltivatore che ha poco spazio a disposizione o che vuole essere più efficace e produttivo può scegliere oggi l’opzione di ottenere solo piante femmine e risparmiare molto (in elettricità, terreno e fertilizzanti) crescendo solo piante utili. In pratica usando semi femminizzati solo i cromosomi X passano alla discendenza e le coltivazioni garantiscono al 100% produzione di piante femmine.

Semi femminizzati di Cannabis Light: raccolto abbondante e qualità eccellente

I semi di cannabis femminizzati irrompono nel mercato della marijuana nel durante gli anni ’90 e la loro comparsa scatena una vera e propria rivoluzione. Se all’inizio si poteva temere che questi semi non avessero lo stesso potenziale genetico di quelli tradizionali, il tempo e le sperimentazioni hanno assicurato la grande efficienza di questa tipologia di prodotto per generare piante perfettamente all’altezza delle varietà genetiche naturali. Ne ha beneficiato oltremodo la coltivazione, laddove sono minimizzate le dispersioni di spazio, tempo e fatica. Dimenticare il laborioso processo di riconoscimento e rimozione delle piante maschi è oggi possibile: ecco qualche consiglio su come ottenere il migliore raccolto di Cannabis Legale outdoor e indoor con semi femminizzati.

Semi femminizzati in coltivazioni outdoor

Per prima cosa dovete considerare che le dimensioni delle piante nate da semi femminizzati sono spesso variabili e possono essere maggiori rispetto a tipologie come le autofiorenti (se non sai di cosa stiamo parlando leggi il nostro articolo sulla Cannabis Lihgt autofiorente), poiché il periodo vegetativo delle piante sarà legato all’esposizione solare e quindi finché ci saranno lunghe giornate di luce continueranno a crescere prima della fioritura. Ovviamente più lungo sarà il periodo vegetativo e maggiori saranno le dimensioni della pianta.

Basterà ricordare che le piante nate da semi femminizzati si regolano in base al fotoperiodo e calcolare il tempo massimo per la semina (in Italia varia solitamente tra aprile e inizio giugno).

Se il periodo vegetativo lungo porta a una crescita troppo intensa delle piante potrete regolare la loro forma e dimensione con la potatura, di cui abbiamo parlato a lungo in questo articolo.

Come abbiamo già accennato la scelta del seme di cannabis legale femminizzato porterà a una produzione di fiori molto maggiore rispetto ad altre piante, anche in confronto alle gettonatissime autofiorenti. Queste ultime si dimostrano più facili da gestire in quanto resistenza agli agenti esterni e dimensioni di crescita ma in linea generale hanno livelli inferiori di resa in termini di sapore e aroma rispetto alle femminizzate.

Semi femminizzati in coltivazioni indoor

Sapendo che le piante di cannabis femminizzate dipendono dal fotoperiodo per la fioritura è possibile programmare il ciclo della pianta in modo molto puntuale utilizzando luci artificiali. Durante la fase vegetativa di crescita basterà regolare un ciclo di 18 ore di luce e 6 di buio e raggiunta la crescita desiderata si imposterà il ciclo a 12 ore di luce e 12 di buio, per far cominciare la fase di fioritura. Attenzione a non eccedere con la fase vegetativa perché la pianta potrebbe crescere molto (a differenza delle autofiorenti incrociate con ruderalis che tendono ad avere dimensioni ridotte). In ogni caso la potatura vi aiuterà a gestire meglio gli spazi interni, organizzare la zona di coltura e ottenere il maggior numero di infiorescenze possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *