Canapa Alimentare

Cosa fare con le foglie di cannabis (per una coltura 100% sostenibile)

Della pianta di cannabis non si butta via niente! Questa pianta è un regalo di madre natura che non deve assolutamente essere sprecato. Vi siete mai chiesti come utilizzare le foglie di marijuana? Sapevate che anche queste contengono cannabinoidi e altre sostanze nutrienti e benefiche? Questa pianta, dalla quale si ottengono le preziose infiorescenze, è un vegetale sostenibile al cento per cento, in questo articolo ci concentreremo su come utilizzare una parte meno nobile: le sue foglie.

Se siete interessati a sfruttare al massimo le potenzialità della vostra pianta di cannabis vi suggeriamo di approfondire le potenzialità nascoste di foglie e steli. In questo articolo abbiamo già spiegato come sia possibile mangiare fiori e foglie crude, mentre ora ci diletteremo a darvi un ventaglio di opzioni differenti per non buttare nel bidone le foglie della pianta che state curando con tanto amore una volta terminata la raccolta dei fiori.

Chiunque sia pratico di coltivazione di cannabis sa che alla fine della fase di potatura si raccoglie una bella quantità di materiale “di scarto”. Sarebbe decisamente bello se tutti noi ci impegnassimo a fare qualcosa di utile con queste potature, perché basta informarsi meglio per scoprire che i modi per non sprecare le foglie recise sono davvero tanti.

Come riconoscere le foglie più ricche di cannabinoidi

La prima cosa da sapere è che ci sono alcune parti della pianta (oltre alle infiorescenze) che sono molto ricche di cannabinoidi. Si tratta di quelle che in inglese sono dette “sugar leaves”, delle piccole foglioline che nascono vicino alle infiorescenze che sono ricchissime di tricomi e sono decisamente degne di essere usate come meglio vi va, si possono fumare o usare per fare estratti o edibles. Le più grandi foglie a ventaglio sono dotate di sostanze meno concentrate ma non per questo devono essere buttate nel bidone. Anzi, hanno tantissime potenzialità soprattutto a livello nutrizionale.

Bevande alla cannabis fatte con le foglie

Ne abbiamo già parlato in questo articolo , con i fiori di cannabis si possono fare ottimi infusi, decotti e tisane… insieme alle infiorescenze è sempre ottima cosa usare anche i residui del trimming e le foglie, prodotti vegetali che però prima devono essere decarbossilati per rendere disponibili i cannabinoidi.

Invece della solita bevanda stile tisana potete anche usare le foglie decarbossilate per arricchire di cannabinoidi il vostro latte vegetale! L’idea è creare una bevanda ricca di proteine e nutriente che sia perfetta per colazione o per creare ottimi frullati. Per ottenerla basta far sobbollire il vostro latte insieme a foglie o scarti del trimming per qualche minuto e poi lasciare in infusione per circa mezz’ora. Filtrate e godetevi il vostro latte vegetale oppure conservatelo in frigo.

Un altro tipo di bevanda che potrebbe interessarvi e che si può creare a partire dalle foglie (specialmente dalle foglioline) sono i distillati alla canapa, ovvero alcolici infusi o aromatizzati con parti della pianta di marijuana. Con le foglie di canapa in particolare è possibile anche preparare bevande alcoliche. La birra alla canapa è molto famosa ma da preparare in casa non è così semplice. Meglio darsi alla creazione di amari e digestivi alle erbe, sempre usando nella miscela le parti di scarto della cannabis insieme ad acqua, zucchero, alcol puro. Altre erbe e spezie con la quale la cannabis si accompagna molto bene sono il ginepro, lo zenzero, il cardamomo, la cannella, la liquerizia e l’anice stellato. Per queste preparazioni le foglie di cannabis si possono usare sia fresche (avranno un aroma molto intenso) che essiccate, l’importante è che la macerazione duri almeno un paio di settimane.

Edibles alle foglie di cannabis

Ovviamente le parti che non usiamo per i nostri joint si possono anche mangiare, visto che la cannabis è una pianta edibile è possibile usarla per molte ricette. È molto nutriente e ricca di fibre, inoltre preparando un burro alla cannabis con scarti del trimming potrete anche avere una scorta di cannabinoidi da usare in cucina. Con le foglie di canapa potete preparare ricette crude e cotte, si possono stufare e aggiungere ai sughi per la pasta o all’interno dei ravioli, oppure potete consumare le più fresche e giovani in insalata o all’interno di frullati vegetali. Ricordate che il consumo a crudo non vi permetterà di massimizzare l’apporto di cannabinoidi, con la cottura insieme a dei grassi (latte, burro, olio…) avrete invece la migliore resa. Inoltre bisogna sottolineare che il sapore della foglia di cannabis è piuttosto amaro, per cui vi consigliamo di usare questo ingrediente insieme ad altri ingredienti per ottenere un buon bilanciamento aromatico.

Compost di foglie di cannabis

Con tutti quegli scarti che non riusciamo a usare diversamente è possibile preparare un ottimo compost, il migliore per una coltura al 100% ecosostenibile è proprio quello fatto di scarti organici autoprodotti. Questo vi permetterà di riutilizzare le foglie di canapa in toto e dare sostegno alla nuova vita nutrendo le vostre prossime colture con quel che rimane delle vecchie. Basta avere accesso ad un compostiere, un prodotto reperibile in qualsiasi negozio per il giardinaggio, e accertarsi di usare per questo scopo solo foglie che non siano affette da malattie o da parassiti (che potrebbero rovinare la salute delle nuove piantine).

cosa-fare-foglie-cannabis-coltura-100-sostenibile

BEST SELLERS

24,50
27,00
35,00
35,00
9,90
24,50
15,00

GROWERS DEPARTMENT

RECENSIONI

5 out of 5
Cannabis Light Cbweed Critical Mass CBD - 5g
Michelangelo Pasini
5 out of 5
Cannabis Light Cbweed Critical Mass CBD - 2g
Federico

NOVITÀ

ISCRIVITI ALLA

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER RIMANERE AGGIORNATO SU TUTTE LE SCONTISTICHE, LANCIO DI NUOVI PRODOTTI E TUTTE LE NOVITÀ DEL MONDO CBWEED

 
[contact-form-7 id="17483"]
[]