Migliori genetiche di cannabis per chi soffre di insonnia

Cannabis Insonnia

La cannabis è stata usata da tempi immemori per rilassarsi e stimolare il sonno, ancora oggi è una delle soluzioni naturali più efficaci per chi soffre di insonnia e non vuole rinunciare al riposo. In questo articolo vi spiegheremo quali sono i principi attivi della cannabis che aiutano chi non dorme e vi daremo qualche dritta sulle migliori varietà di marijuana per curare l’insonnia.
Ci sono tantissimi studi che evidenziano come i cannabinoidi siano assolutamente idonei a facilitare il sonno. A prescindere da quale sia la motivazione che scatena l’insonnia (stress, ansia, dolori, predisposizione genetica…) assumere CBD e THC migliora la situazione per tantissimi insonni.

In questo articolo abbiamo parlato del problema di chi soffre di carenza di sonno e di come il CBD in particolare possa essere una soluzione per chi proprio non riesce a non passare la notte in bianco. Oggi invece ci concentreremo sul capire quali cannabinoidi possano influenzare i ritmi del sonno e quali siano le genetiche di cannabis migliori per dormire tra le più famose in circolazione.

Una volta compreso quale tipologia di cannabis sia più indicata potrete decidere se consumarla appena prima di dormire in modo abituale o usarla al bisogno quando vedete che il sonno non arriva. Ricordiamo che in Italia non è legale “fumarsi una canna per rilassarsi e dormire” ma se siete in un paese dove lo è o avete una prescrizione medica specifica potrete valutare se preparavi un classico joint o consumare cibo alla marijuana/tinture (per un effetto ancora più duraturo).

Sativa o indica?

Se siete incerti su quale sia l’infiorescenza più adatta a farvi godere di sonni tranquilli dovrete prima approfondire il fattore della genetica. I ceppi che troverete in commercio sono prevalentemente di origine indica o sativa (o anche un ibrido tra i due), ma qual è la scelta migliore in questa situazione? Senza ombra di dubbio dovrete scegliere marijuana a predominanza indica. Infatti le genetiche a predominanza sativa sono solitamente più ricche di THC e danno effetti energizzanti o cerebrali. Una dose eccessiva di THC potrebbe scacciare completamente il sonno quindi mettete da parte la vostra sativa pura per un po’.
La vostra scelta dovrebbe quindi ricadere su cannabis indica possibilmente ricchissima di rilassante CBD e con un dosaggio non troppo alto di THC.

Le migliori genetiche di cannabis indica per dormire meglio

Ecco la nostra selezione di indica perfette per rilassarvi talmente tanto da stimolare un sonno tranquillo e prolungato. Le genetiche che vi indichiamo fanno tutte parte dei grandi classici largamente diffusi in tutto il mondo che potrete trovare prodotti da moltissimi brand di cannabis. Molte di queste sono anche prescritte frequentemente come cannabis terapeutica agli insonni, nei paesi dove questo viene concesso.

Northern Light

Questa varietà a predominanza indica famosa non solo vi farà rilassare dopo pochi tiri, ma il suo effetto soporifero potente perdurerà a lungo garantendovi un duraturo sostegno contro l’insonnia. Per il suo generoso afflusso di CBD con un contenuto (ma nemmeno ridottissimo) di THC aiuta a essere di buon umore e a lasciare indietro i pensieri così da addormentarsi con la mente sgombra, pronta per immergersi nel mondo dei sogni. Il suo aroma piuttosto delicato e speziato oltretutto è molto apprezzato anche da chi non ha troppa passione per la cannabis troppo intensa a livello di aromi.

Critical Mass

Anche per questa genetica a predominanza indica vi potrebbe aiutare a scivolare tra le braccia di morfeo. Il giusto mix di CBD e THC è garanzia di rilassamento muscolare e mentale tanto che molti consumatori abituali di cannabis riservano questa variante solo per i momenti speciali, visto che tende ad incollare al divano per varie ore chi ne fa uso. Quello di Critical Mass non è certo un joint da fumare prima di uscire di casa, ma è l’arma perfetta per terminare una serata e assicurarsi qualche ora di sonno profondo.

OG Kush

La californiana OG Kush è famosa perché, quando se ne fuma in abbondanza, si cade in un sonno profondo come se ci si fosse fatti di roba mooolto forte. E invece è tutto merito di un fiorellino creato da madre natura e dalle menti dei saggi breeders della west coast. Per l’intenso rilassamento fisico che garantisce è usatissima (come molte altre Kush) anche in caso di dolori cronici e si dice sia una delle genetiche preferite tra i personaggi famosi. Oltre a questo la OG Kush presenta un fumo estremamente morbido e fresco dai toni allo stesso tempo dolci e aciduli.

Blue Cheese

In Inghilterra quando il sonno non arriva ci si concede un bel joint di Blue Cheese. Questo ibrido ad alto tenore di CBD è noto per essere estremamente rilassante e per avere un’azione distensiva rapidissima sui muscoli, viene infatti chiamata anche da molti stoner la perfetta “canna della buonanotte” ed è molto apprezzata da chi soffre di dolori cronici che provocano fastidiosi risvegli notturni. Poi c’è anche il plus di un delizioso aroma di frutti di bosco e formaggio (visto che è una varietà nata dall’incrocio delle varietà Blueberry e Cheese), niente di meglio per chiudere gli occhi la sera riappacificati con il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *