Strain Hunters che hanno cambiato la storia: Franco Loja l’esploratore dal cuore generoso

“La cannabis è la mia passione, il mio pane, la mia casa. Sento che è mio dovere fare in modo che questa meravigliosa pianta sia conservata e goduta. Sono un fumatore, un coltivatore, un allevatore e un cacciatore di ceppi. Per la vita”.

Franco Loja

Le parole di Franco Loja oggi prendono un significato ancora più forte e profondo. Quest’uomo che ha lottato tutta la vita per abbattere i pregiudizi sulla pianta di cannabis si è ammalato ed è morto improvvisamente nel 2017 di malaria cerebrale a 42 anni. È successo proprio mentre si trovava in Congo, un paese che amava profondamente e dove stava cercando di aiutare le popolazioni locali a produrre e sviluppare un olio al CBD per la cura di questa patologia, contro la quale purtroppo ancora oggi i più poveri non hanno armi in mano.

Ricordando Franco Loja, lo “Strain Hunter” dal cuore generoso che ha fatto della lotta per la cannabis la sua vita (e che vita!)

Franco ha avuto una vita piena di passioni, è stato un attivista, un naturalista specializzato in piante di canapa e marijuana e un documentarista, faceva parte della famiglia di Seeds Bank di Amsterdam Green House di Arjan Roskam, e insieme a lui è stato uno dei nomi di spicco nella lotta per la diffusione e la salvaguardia del nome della cannabis. Loja e Roskam hanno fondato il gruppo Strain Hunters e hanno portato ad un livello superiore la versione moderna dei cacciatori di genetiche di cannabis, impegnandosi anche nella redazione di una serie di documentari che illustrassero le potenzialità della coltivazione di marijuana in tutto il mondo, tra Sud Africa, Nord Africa, Caraibi e Sud America.

Questi moderni avventurieri hanno portato le loro scoperte anche a noi che ce ne stiamo comodamente in poltrona, ci hanno raccontato della vita della giungla, della magia di incontrare piante spontanee nel loro selvaggio ambiente naturale e di aiutare chi ha meno risorse economiche a sfruttare il grande potere che la natura gli ha dato: la terra fertile. Oltre a queste lezioni di vita Franco e Arjan hanno regalato al mondo degli agricoltori di cannabis e degli appassionati diverse nuove genetiche che hanno avuto grande successo e parecchi riconoscimenti.

Oggi pensiamo a lui come a un’ispirazione, per il suo un cuore forte e generoso che faceva il paio con un cervello fuori dall’ordinario, ma soprattutto
come uno spirito libero da preconcetti e condizionamenti che ha fatto della sua passione un lavoro e una missione.

Tutta la comunità ora lo omaggia e lo ricorda ad ogni tiro di Franco’s Lemon Cheese, la varietà tributo di Greenhouse Seeds al suo strain hunter, delle infiorescenze a predominanza sativa che nascono dal mix di due delle varietà preferite di Franco: la Super Lemon Haze e la Exodus Cheese, un ibrido che davvero ci ricorda Franco, perché straordinario e fuori dal comune, proprio come lui.

Anche noi, nel nostro piccolo abbiamo voluto omaggiarlo con la nostra versione CBD della Franco’s Lemon Cheese, realizzata a due mani insieme al colosso olandese Green House Seed, dove lo stesso Franco ha mosso i suoi primi passi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *